Domus Aurea (neroniana)

La casa d'oro dell'imperatore Nerone che mai vide il suo compimento

La Domus Aurea (letteralmente “casa d’oro”) ottiene questo nome in quanto effettivamente tempestata del metallo aureo. Questa fu fatta costruire dall’imperatore Nerone dopo che, nel 64 d.C., un incendio distrusse gran parte del centro di Roma.

Nerone, successivamente all’incendio, fece espropriare circa 80 ettari di terreno compreso fra i colli dell’Esquilino, Palatino e Celio, per potervi edificare la sua nuova dimora.

Il progetto era tanto ambizioso da non riuscire a vedere il momento del suo completamento. La morte dell’imperatore sopraggiunse più velocemente del termine dei lavori e la Domus Aurea fu quasi totalmente distrutta per restituire al popolo romano la terra che si era visto portar via.
La Domus Aurea lasciò quindi spazio all’edificazione delle terme di Tito.

Secoli dopo, e più precisamente nel 1980, quel che restò della Domus Aurea fu inserito dall’Unesco nella lista dei Patrimoni dell’umanità.

Perché supportare questo progetto?

Scopri perché

Search in the website

keyboard_arrow_left Menu keyboard_arrow_left Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.