Chiesa di Santa Maria Maddalena

La Maddalena, un gioiello del periodo Barocco-Roccocò conserva segreti e la più bella sacrestia di Roma

La chiesa, per i romani, è semplicemente “La maddalena”.

La chiesa di Santa Maria Maddalena fu costruita nel XVIII secolo sulle rovine della precedente chiesa del XIV secolo. La chiesa è una gioiello del Barocco-Roccocò romano ed è dedicata a San Camillo de Lellis, apostolo dell’amore e della carità verso gli infermi.
Le spoglie del santo sono conservate in un’urna fra due angeli esposta alla venerazione dei fedeli nella cappella della crociera destra nella Chiesa. Il cuore del santo è invece conservato in un artistico reliquario conservato nell’annessa sede della Curia Gentilizia dell’Ordine dei Ministri degli Infermi fondato dallo stesso San Camillo.
In una piccola cappella nascosta e posta alla destra dell’abside si può ammirare il Crocifisso ligneo del XVI secolo presso il quale il santo si raccoglieva in preghiera.

Curiosità

La sacrestia più bella di Roma

La sacrestia della chiesa di Santa Maria Maddalena è forse la più bella sacrestia di Roma. In quella sede, sorpresa nella bellezza, è presente una stanza perfettamente conservata dal XVIII secolo. In essa è possibile vedere stupendi armadi dell'epoca e ad ogni angolo è presente una caratteristica edicola. L'autore resta a tutt'oggi ignoto ma si presume debba essere stato una persona dotata di grande talento e grandissima sensibilità.

Un quadro in una notte

Nella seconda cappella a sinistra è possibile ammirare uno dei bellissimi quadri di Luca Giordano, pittore napoletano e soprannominato dai romani "Luca fa presto" in quanto sembra fosse particolarmente rapido a realizzare le sue opere.
Il suo record è stato fissato nel 1704 quando gli venne commissionato il quadro a San Lorenzo Giustiniani. L'artista, allora settantaduenne, se ne dimenticò completamente fino alla sera prima quando gli venne ricordata la scadenza. L'artista non si scompose, neanche il rischio della prigione lo scosse minimamente e si fece chiudere nella stanza dove veniva realizzato il quadro. Al mattino seguente si aprirono le porte e il quadro, completo e bellissimo, fu consegnato.

Leggende


Una leggenda vuole che durante una delle preghiere del Santo, in un momento di particolare fatica ed abbattimento per le fatiche che la sua missione richiedeva, il Cristo del Crocifisso mosse la testa, si rivolse al frate e disse: "Non ti preoccupare, cammina avanti, io sarò con te". Una seconda volta il Cristo staccò le braccia dalla croce e così parlò: "Di cosa ti preoccupi? Continua nel tuo cammino, io ti aiuterà essendo questa opera mia e non tua".

Altra leggenda vuole che la statua di legno policromo raffigurante Santa Maria Maddalena, nel 1598, durante una delle più tremende piene del Tevere, mentre tutta la zona del Pantheon era allagata e  la stessa Chiesa della Santa Maddalena era sommersa dalle acque, fu vista la statua spostarsi con il suo "galleggiare in piedi" dalla cappella fino all'altare maggiore.

Perché supportare questo progetto?

Scopri perché

Search in the website

Menu Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.