Terrazza del Pincio

La vista su Roma per eccellenza, perché guarda al tramonto, perché è volta verso la Città del Vaticano e la cupola di San Pietro, perché l'amore passa da là...

Forse la vista più bella di Roma, rivolta ad occidente attende il tramonto ed il sole che cada dietro la Città del Vaticano e la cupola della Basilica di San Pietro.

La Terrazza del Pincio, si trova praticamente all’interno di Villa Borghese, ed è raggiungibile da Piazza del Popolo tramite una lunga scalinata, e come per magia, ci si allontana dal caos cittadino e si ammira la maestosità della città eterna…un panorama che resterà sempre nel cuore.

La Terrazza del Pincio è considerato per bellezza e per l’amore che i romani provano per esso, l’ottavo colle di Roma. Da questa terrazza si affacciano gli innamorati di Roma, e si tratta di una delle regole “sottintese” della città.
La Terrazza del Pincio è stato il primo giardino pubblico di Roma ed i romani amano questo luogo quasi quanto nessun altro in città.
Deve essere sottolineata anche la sua posizione strategica in quanto sono innumerevoli le ragioni che la rendono unica e amata: versa su Piazza del Popolo, guarda alla Cupola di San Pietro e nel percorso per giungere con lo sguardo ad essa, passa per via Cola di Rienzo che sembra essere il corridoio della storia … Scende ad oriente verso Trinità dei monti, costeggia Via Margutta ed è ingresso a Villa Borghese e al Museo Borghese. Qui i romani hanno passeggiato mano per la mano e negli anni ’50 parcheggiavano la Topolino che diveniva salotto sotto le stelle.

Perché supportare questo progetto?

Scopri perché

Search in the website

keyboard_arrow_left Menu keyboard_arrow_left Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.