Il Colosseo, mille ed una delle sue rappresentazioni (Cap. 01 – Introduzione)

Un enorme potere evocativo.
Uno dei simboli più evocativi della nostra civiltà.
Una eccezionalità storica ed architettonica.

Il Colosseo nell’immaginario collettivo

Roma è il peso schiacciante della sua stessa storia sull’umanità e parte di questo peso è rappresentato dall’immagine del Colosseo che entra e trova spazio, dalla sua prima vista e per chiunque, nell’immaginario di ognuno. Eppure (e anche Goethe lo lasciava intendere) è estremamente difficile per la nostra mente, attraverso i nostri occhi, comprendere la sua grandezza fisica.
Nessuno riesce a percepire la sua dimensione nello spazio. A volte, visto da Piazza Venezia, all’inizio di Via dei Fori Imperiali, sembra addirittura modesto, lì, posto in fondo alla via ma se ci si trova a pochi passi da uno dei suoi archi, si ha la sensazione che sia talmente grande da non avere fine.
E se chiedessimo ad ognuno di voi quante persone potrebbe contenere, oppure se ci si potesse porre al suo interno un campo da pallavolo, una piscina o un campo da calcio, in pochi risponderebbero sicuri.

Le sue storie

Il suo significato più evidente è stato ed è quello di luogo di battaglia fra gladiatori e belve feroci per il piacere ed il sollazzo degli imperatori di Roma ma il Colosseo, in 2000 anni di storia, è stato scenario di storie così diametralmente opposte da credere impossibile che molte di loro possano essere state realmente possibili.

Un viaggio differente

In questo contesto, però, abbiamo deciso di provare qualcosa di diverso, benché quasi tutto sia stato tentato intorno al nome del Colosseo. In questa occasione vi proponiamo una serie di articoli che vi offrano ogni volta una immagine diversa di una rappresentativa del Colosseo. Vi proponiamo quindi una serie di immagini del Colosseo nate dalla creatività di artisti di ogni epoca. Un viaggio inusuale che speriamo vi dia una nuova dimensione del Colosseo, non che sostituisca quella che è già nel vostro immaginario, ma che la completi, la rende più varia nei toni e nelle forme, grazie alle interpretazioni di artisti che ne sono rimasti impressionati, ognuno a suo modo.

Il Colosseo di Hubert Robert (Parigi 1733 – Parigi 1808)

La prima immagine che proponiamo è una versione cromatica drammatica del dipinto di Hubert Robert, olio su tela realizzato fra il 1761 ed il 1765. L’opera è conservata presso il museo dell’Hermitage a San Pietroburgo, in Russia (o Federazione Russa). L’artista ha realizzato l’opera all’età di 32 anni.

Buon viaggio.

Perché supportare questo progetto?

Fotoblog, Imparare Roma

Search in the website

keyboard_arrow_left Menu keyboard_arrow_left Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.