La fontana di Scossacavalli

La fontana di Scossacavalli è così chiamata perché sorgeva nell'omonima piazza che è stata vittima delle demolizioni della Spina di Borgo

La fontana che è possibile ammirare in Piazza Sant’Andrea della Valle, è così chiamata perché originariamente sorgeva nella piazza Scossacavalli, piccola piazza del triangolo di case che delimitavano la zona chiamata Spina di Borgo e scomparsa insieme alle case della Spina nei lavori di demolizione fra il 1925 ed il 1935. Tali lavori porteranno alla luce quella che oggi è Via della Conciliazione, inesistente proprio fino a quel momento.

La fontana fu uno dei pochissimi elementi che fu possibile salvare, fu disassemblata e trascorse lungo tempo nei magazzini comunali fino a quando non fu ricostruita proprio in Piazza Sant’Andrea della Valle.

 

Curiosità

Alla fontana è legato un aneddoto che ha come protagonista Mario Dell'Arco. L'aneddoto narra di una conversazione fra il novellino e l'anziano romano in paradiso: l'anziano dice «Abitavo a Piazza Scossacavalli», e il ragazzo «non esiste più, è sparita durante la sistemazione di Borgo». Il vecchio replica «peccato, le sere d'estate andavo a godermi il fresco accanto alla fontana» e il ragazzo «non esiste più neanche la fontana». Il vecchio a questo punto è sconcertato e replica ancora «ma a Roma non c'è San Pietro? Non si indigna?» e il ragazzo conclude «La statua di San Pietro è al Vaticano e il Vaticano è uno stato a sé per cui San Pietro c'è, sempre, ma ora è all'estero!»

related posts

Perché supportare questo progetto?

Scopri perché

Search in the website

Menu Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.