L’osteria dell’amore di Goethe

Era sita nel Vicolo della Campana, ora scomparso, ed era il luogo dover era solito recarsi Goethe. In questa osteria Goethe incontrò la bella Faustina che tanto fece che riuscì ad attirare l’attenzione di Goethe, apparentemente goffa ed impacciata riuscì a mostrare il collo (al tempo non era cosa da poco), a versare il vino muovendo malamente la panca e finì col fare cerchi sul tavolo e a disegnare il suo nome e quello di Goethe intrecciati al numero romano IV che, Goethe comprese, era l’orario del primo appuntamento. Egli non aveva sbagliato nell’interpretare il numero e quello fu solo il primo di una lunga serie di appuntamenti che legarono la bella Faustina a Goethe.

Why support this project?

Find out why

Search in the website

Menu Menu

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.